18/10/2014

Valvulopatie nel Terzo Millennio: “Qualcosa è cambiato”

Resp. Scientifico - Dr.ssa Margherita Dell’Orto

Evento accreditato ECM - Crediti formativi 6

Nell’ambito della patologia cardiovascolare un grosso capitolo condiviso da Cardiologia e Cardiochirurgia è quello delle patologie valvolari. Tutti e quattro gli apparati valvolari cardiaci possono essere interessati, tuttavia le valvole di pertinenza delle sezioni sinistre del cuore (aorta e mitrale) rivestono una maggiore importanza sia per frequenza con cui sono coinvolte rispetto alle valvole delle sezioni destre, sia per gravità delle conseguenze che derivano dal loro malfunzionamento.
Le valvulopatie acute e croniche, se non trattate o gestite secondo un percorso non ottimale, comportano lo sviluppo di una cardiomiopatia secondaria che evolve rapidamente nello scompenso cardiaco. Quest’ultimo è invariabilmente associato a grave prognosi e ridotta sopravvivenza per il paziente con necessità di frequenti ospedalizzazioni, cause di disagi e costi elevati.
Negli ultimi anni sono stati riportati casi di degenerazione fibrotica delle valvole cardiache come evento avverso correlato a terapie farmacologie e/o radioterapia. Per questo è necessario focalizzare la nostra attenzione sulla centralità del paziente che oltre a richiedere una elevata specializzazione delle singole competenze richiede anche una integrazione di tutte le informazioni anamnestiche e cliniche che sono divenute oggi indispensabili per procedere nel difficile percorso definito come “capacità di prendersi cura della persona”. 
Un sistema sanitario moderno non può prescindere dal principio di tutela della salute, inteso come capacità di prendersi cura della persona nella sua complessità, così come dalla sua sostenibilità finanziaria . 
 
Il percorso che coinvolge il paziente affetto da valvulopatia si articola attraverso diverse fasi:
1. Inquadramento iniziale da parte del medico di Medicina Generale e del Cardiologo del territorio
2. Valutazione, stadiazione, eventuale inquadramento per indicazione chirurgica o percutanea
3. Chirurgia
4. Riabilitazione specialistica cardiologica
5. Follow up ambulatoriale
 
Tale percorso prevede il coinvolgimento di figure professionali differenti per ambito specialistico, collocazione territoriale e tipologia del rapporto con il paziente: Medico di Medicina Generale, Cardiologo del territorio, Cardiochirurgo, Cardiologo Ospedaliero.
Perché il percorso del paziente sia ottimale e se ne possano apprezzare efficacia clinica, miglioramento della prognosi, benessere individuale, contenimento dei costi ed ottimale gestione delle risorse sanitarie, è necessario che tutte le figure sanitarie professionali coinvolte nella gestione del paziente valvulopatico lavorino sinergicamente, secondo protocolli comuni ed in condizioni di concrete possibilità di collaborazione continuativa.
Per questi motivi la Casa di Cura S. Pio X, che si pone come punto di collegamento e snodo privilegiato tra il territorio (Medici di Medicina Generale e Cardiologi Ambulatoriali) ed i Centri di Cardiochirurgia della città di Milano, propone a Medici di Medicina Generale e Cardiologi del territorio un momento di interazione culturale focalizzato sulla tematica delle valvulopatie.
La partecipazione delle stesse figure professionali, coinvolte nel percorso sanitario del paziente con valvulopatia, rinforza ed ottimizza la collaborazione e la gestione del paziente secondo protocolli unificati, clinicamente efficaci ed economicamente vantaggiosi.
 
Obiettivi specifici:
1. Migliorare la qualità dell’assistenza, in coerenza
con le linee guida basate sulle prove di efficacia disponibili
2. Agevolare la presa in carico assistenziale del paziente
nelle varie fasi di un percorso integrato e di qualità
3. Ridurre i tempi dell’iter diagnostico-terapeutico, ottimizzando
il follow-up
4. Garantire una corretta informazione al paziente
 

Programma

08.30 Registrazione dei Partecipanti
09.00 Saluto ai Partecipanti
Epidemiologia delle cardiopatie valvolari nel III millennio
M. Dell’Orto
 

I sessione

Le relazioni pericolose

Moderatori: V. Arena, M. Dell’Orto, M. Zanobini

 
09.15 “Nemiche amiche”: effetti cardiotossici della radioterapia
S. Castiglioni
09.45 “A Beautiful Mind”: Effetti cardiotossici delle terapie neurologiche
F. Gambarin
10.15 “To K or not to K?”…questo è il dilemma: effetti cardiotossici della TAO
A. De Mauri
10.45 Discussione
11.00 Coffee break
 

II sessione

Timing chirurgico e innovazione terapeutica delle valvulopatie nel III millennio
Moderatori: F. Alamanni, V. Arena, M. Dell’Orto
 
11.20 Tempi e metodi per contattare il chirurgo: fino a che punto dobbiamo seguire le linee guida?
R. Mattioli
11.40 Nuove evidenze nell’inquadramento della stenosi aortica e dell’insufficienza mitralica
M. Zanobini
12.10 Le tecniche più innovative per il trattamento della stenosi aortica e dell’insufficienza mitralica
F. Alamanni
12.30 Le tecniche più logiche per il trattamento dell’insufficienza aortica
V. Arena
12.50 Discussione
13.10 Lunch
 

III sessione

Il ritorno a casa
Moderatori: F. Alamanni, V. Arena, M. Dell’Orto
 
14.00 Dimissione precoce. È vero vantaggio?
B. Passaretti
14.30 Caso Clinico - Paziente che ha fatto percorso terapeutico e timing ottimale
G. Marinelli
15.00 Caso Clinico - Paziente che ha fatto percorso terapeutico e timing NON ottimale
M.G. De Pieri
15.30 Discussione
16.00 Take Home Messages
16.30 Chiusura dei Lavori e Questionario ECM
 

Relatori e Moderatori

Prof. Francesco Alamanni
Direttore Chirurgia Cardiovascolare e UO Cardiochirurgia Centro Cardiologico Monzino, Milano
 
Dott. Vincenzo Arena
Senior Consultant, UO Cardiochirurgia Ospedale Humanitas Gavazzeni, Bergamo
 
Dott.ssa Simona Castiglioni
Responsabile UO di Radioterapia Casa di Cura S Pio X – Milano
 
Dott.ssa Andreana De Mauri
Dirigente Medico SC Nefrologia e Dialisi Ospedale Maggiore della Carità, Novara
 
Dott.ssa Maria Gabriella De Pieri
Specialista in Cardiologia Casa di Cura San Pio X, Milano
 
Dott.ssa Margherita Dell’Orto
Responsabile Servizio di Cardiologia Casa di Cura San Pio X, Milano
 
Dott.ssa Fabiana Gambarin
Specialista in Cardiologia Casa di Cura San Pio X, Milano
 
Dott. Giovanni Marinelli
Specialista in Cardiologia Casa di Cura San Pio X, Milano
 
Dott. Roberto Mattioli
Specialista in Cardiologia Casa di Cura San Pio X, Milano
 
Dott. Bruno Passaretti
Responsabile Cardiologia non invasiva e Laboratorio di Ecocardiografia Ospedale Humanitas Gavazzeni, Bergamo
 
Dott. Marco Zanobini
Specialista in Cardiochirurgia Centro Cardiologico Monzino, Milano
 

Informazioni Generali

Sede Congressuale
 

Casa di Cura San Pio X

Via Francesco Nava, 31

20159 Milano

 

Modalità di iscrizione

L’iscrizione è gratuita e obbligatoria on line sul sito www.csccongressi.it alla pagina “Congressi in corso”.
 

ECM

L’evento è stato accreditato presso il Ministero della Salute ai fini ECM per 60 partecipanti.
 
Professioni accreditate: Medico Chirurgo
Discipline: Cardiologia, Medico di Medicina Generale (Medici di famiglia)
 
All’evento sono stati assegnati n. 6 crediti formativi.
 
Il rilascio dell’attestato ECM è subordinato a:
aver partecipato all’intero evento formativo (la presenza è verificata tramite apposito controllo);
aver superato il questionario di apprendimento;
aver fornito al momento dell’iscrizione tutti i dati richiesti.
 
L’attestato verrà inviato dopo il Congresso.

Ottobre 2014
lun mar mer gio ven sab dom
   
7 10
15 18
23 25
28 29